• L’origine della società gerarchica in Egitto

    Posted on September 4, 2014 by admin in Egittologia.

    1024px-NarmerPalette-CloseUpOfProcession-ROMIl passaggio da un’economia di sussistenza di cacciatori-raccoglitori a una basata sull’agricoltura ha fatto sì che, in tutte le società egalitarie primitive del mondo, si formassero strutture gerarchiche governate da classi elitarie. Questo periodo di transizione, per quanto riguarda l’antico Egitto, è stato recentemente analizzato grazie a modelli informatici realizzati da Simon Powers, ricercatore in ecologia ed evoluzione presso l’Università di Losanna, in Svizzera. Secondo gli studi di Powers, pubblicati sull’ultimo numero di Proceedings of the Royal Society B, durante il Neolitico (circa 10.000 anni fa), la gente poteva scegliere tra egalitarismo e gerarchia a seconda dei vantaggi pratici che poteva ricavare. La comparsa di un leader volontario corrisponde alla necessità di organizzare una scarsa quantità di terra coltivabile per una popolazione in crescita. Questo modello favorisce il sorgere del dispotismo perché, se un capo diventa troppo potente e il sottostare al suo controllo non è più conveniente come prima, la cittadinanza non riesce facilmente a liberarsene abbandonandolo a causa delle difficoltà dovute alle barriere geografiche o alla mancanza di mezzi per portare avanti l’agricoltura (soprattutto i sistemi di irrigazione). In un gruppo di cacciatori-raccoglitori, invece, se un individuo si comporta in modo dittatoriale, gli altri vanno semplicemente da un’altra parte. E’ ovvio che questa soluzione non potesse essere applicata nella Valle del Nilo circondata dal deserto e, quindi, sotto il controllo completo dei primi faraoni.

    http://rspb.royalsocietypublishing.org/content/281/1791/20141349.abstract?sid=23c735f9-02f4-4f4e-baf6-2c403d3436d8

    firma

Comments are closed.