• Erodoto si sbagliava?

    Posted on March 23, 2013 by admin in Egittologia.

    herodotus-statue

    Per 2600 anni abbiamo fatto affidamento su informazioni forse non del tutto esatte. Un recente studio pubblicato sul numero di febbraio di HOMO, “Journal of Comparative Human Biology”, smentirebbe ciò che ha scritto Erodoto sulla mummificazione egizia.

    A. Wade e A. Nelson della University of Western Ontario hanno analizzato 150 mummie appartenenti a individui di sesso, età, ceto, area geografica e periodo storico diversi per verificare la veridicità del procedimento di mummificazione descritto dallo storico di Alicarnasso.

    Premesso che non c’è stato un solo metodo valido per millenni in tutto l’Egitto, la prima cosa che risulta dallo studio è che, al contrario di quello che si legge da Erodoto, non esistevano due metodi di eviscerazione a seconda dello stato sociale del morto. Le fonti parlavano per i più ricchi di un’incisione sul fianco e per le classi medie di un clistere di olio di cedro che avrebbe macerato gli organi interni. Invece, gli organi erano quasi sempre estratti attraverso un taglio trans-addominale, tranne per alcuni casi di mummie d’élite in cui l’apertura è stata ricavata dall’ano.

    Altre sorprese riguardano il cuore e il cervello. Infatti, solo 1/4 delle mummie presenta ancora il muscolo cardiaco la cui rimozione sembra coincidere con la fase di transizione in cui anche le classi medie ebbero accesso a questo privilegio funerario. Così, il mantenimento del cuore nella cassa toracica potrebbe essere diventato uno status symbol dei più potenti utilizzato per distinguersi dal resto della popolazione. Al contrario, il cervello, che avrebbe dovuto essere sempre rimosso e gettato, si trova ancora nel cranio nel 20% dei casi.

    La mummificazione era un business molto lucroso e non deve stupire che i segreti tecnici fossero custoditi gelosamente, soprattutto verso un “intervistatore” straniero che, evidentemente, fece riferimento alle dicerie e non a fonti dirette.

    firma

Comments are closed.